Fotos

Photographer's Note

During the opening of the Biennale of Marche in Mole Vanvitelliana - historic property in Ancona.

La Mole Vanvitelliana, detta comunemente Lazzaretto, un edificio di Ancona progettato dall'architetto Luigi Vanvitelli.

Nei primi decenni del XVIII secolo la citt di Ancona cominci a vivere un periodo di grande sviluppo economico, grazie alla concessione del porto franco da parte di papa Clemente XII. Questo papa, intendeva migliorare le condizioni del porto di Ancona ed affida l'incarico a Vanvitelli, architetto che in seguito diverr famoso per la progettazione della Reggia di Caserta. Il Vanvitelli ridisegna completamente il porto, rispettandone la forma naturale ed anzi traendo ispirazione da essa. Progetta cos il molo Nuovo (ora parte del molo Nord) e il Lazzaretto, su un'isola artificiale pentagonale da lui realizzata nella zona meridionale del porto. I lavori iniziano il 27 luglio 1733 e terminano dieci anni dopo.

Originariamente il Lazzaretto era una costruzione polifunzionale: lazzaretto di sanit pubblica, fortificazione a difesa del porto, deposito per le merci, protezione del porto dall'azione delle onde. Salvaguardava la salute pubblica ospitando depositi ed alloggi per merci e persone in quarantena, che arrivavano al porto da zone ritenute non sicure, e per questo stato costruito su un'isola artificiale fuori dal territorio cittadino. Il suo fascino dovuto anche alla sua perfezione geometrica, ricca di valori simbolici: ricordiamo che il numero cinque indica il potere che l'uomo di modificare la realt circostante; il Lazzaretto si pone per questo motivo in relazione con la sovrastante Cittadella, con pianta stellare a cinque punte, e dunque anch'essa avente una forma basata sul numero cinque. Ha giocato un ruolo importante durante l'assedio degli austriaci alla citt occupata dai francesi nel 1799 e nel corso della Prima guerra mondiale. Nel corso del tempo stata usato anche come ospedale militare; nel 1884 cambia destinazione d'uso e diventa raffineria di zucchero. Durante le due guerre mondiali ritorna ad essere una cittadella militare; successivamente, nel 1947, diventa manifattura tabacchi. Nel 1997 il comune di Ancona ne prende la propriet ed inizia un restauro che sta ridonando al Lazzaretto il suo armonico aspetto originario, senza per cancellare completamente le modifiche pi significative subite nel corso dei secoli. Ora il monumento viene usato per ospitare mostre temporanee ed altri eventi culturali; una parte di esso destinata ad accogliere il Museo Tattile Omero. Da quando ne ha acquisito la propriet il Comune cominci ad indicare il monumento con l'espressione mole vanvitelliana, quasi vergognandosi del nome Lazzaretto, da sempre usato, sia in ambito colto (dallo stesso Vanvitelli!), sia a livello popolare. Il rivellino ospita la societ sportiva SEF Stamura e la base nautica dell'Istituto nautico Elia.

BluSimo, francio64, papagolf21, nobuikehonda, RhodieIke, s_lush marcou esta nota como til

Photo Information
Viewed: 1814
Points: 24
Discussions
  • None
Additional Photos by Igor Sadovy (ingvar) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 210 W: 98 N: 391] (2106)
View More Pictures
explore TREKEARTH